Siena assediata dai creditori. Vicina un’altra fine?

Giudice

Tempi durissimi per la storica Siena, alle prese con una rinascita lenta e faticosa e un futuro nettamente più incerto. Questo il quadro:

Scade mercoledì il termine per l’escussione della fidejussione a garanzia da 100mila euro depositata da Siena, richiesta dai creditori in possesso di titoli certificati dalla FIP (lodi arbitrali esecutivi). L’agenzia Sports Leader Agency otterrà 25mila euro – il massimo possibile per ogni richiesta – mentre 10.000 circa andranno agli altri tre titolari di crediti (allenatori e preparatore delle giovanili). Il club dovrà depositare la cifra mancante entro 20 giorni, pena una multa da 7500 euro; ogni ulteriori 15 giorni di ritardo costeranno 12.500 euro di sanzione e 2 punti di penalizzazione. Martedì è stata nuovamente tagliata la luce agli uffici del club al PalaSclavo, se non saranno saldati i debiti entro giovedì è probabile che vengano sospese le erogazioni di gas e acqua. Il mercato in entrata è bloccato per altri 6 lodi esecutivi (cinque agenzie più la Scuola Basket Reggio Calabria per il cartellino di un atleta delle giovanili) certificati dalla Commissione Vertenze Arbitrali con possibilità di ulteriori escussioni della fidejussione entro il prossimo mese. Le due settimane di ritardo nella corresponsione della mensilità di novembre inducono i giocatori, che minacciano di astenersi dagli allenamenti fino al saldo delle pendenze