Terremoto a Pistoia: via Maltinti, Esposito e Moore?

Roberto Maltinti

Fonte: Il Tirreno

Rivoluzione, voltare pagina, tsunami, rifondazione. Chiamatela come vi pare ma non può uscire da queste definizioni quello che in queste ultime ore sta succedendo al Pistoia Basket. In un colpo solo, infatti, hanno annunciato l’addio il presidente Roberto Maltinti, da 47 anni in prima linea nel mondo dello sport fra calcio, ciclismo e basket, coach Vincenzo Esposito ed il capitano Ronald Moore, giocatore molto legato al tecnico casertano. Un trittico di partenze che, in parte, lascia spiazzata la dirigenza biancorossa. Roberto Maltinti ha chiuso, come lui a stesso definito, con “una brutta figura” nell’ultima di campionato contro Brescia saltando la balaustra per andare ad inveire contro gli arbitri per alcuni fischi ritenuti non equi. «Fra 20 giorni compirò 70 anni e devo capire che non ho più la lucidità per ricoprire un ruolo così importante. Anche questa scena contro Brescia, della quale mi sono scusato soprattutto per il cattivo esempio che ho dato ai bambini, poteva servire anni fa per aizzare i tifosi mentre adesso sembra il gesto di uno che ha perso la testa». Adesso si apre la corsa alla successione, che non sarà facile. Per non parlare di chi dovrà venire dopo “El Diablo”. Dopo due playoff, un titolo di “coach dell’anno” ed una salvezza complicata quest’anno, Vincenzo Esposito ha detto che può bastare così. «Bisogna essere realisti nel riconoscere quando finisce un ciclo tecnico – ha ammesso – e, per la mia esperienza a Pistoia, siamo a questo punto. In questi anni siamo cresciuti tutti insieme». Per Esposito c’è un imbarco aereo da Pisa in direzione Sassari dove andrà a firmare un biennale e potrebbe portarsi con se anche il capitano della The Flexx, Ronald Moore.