TOP100 2017: N. 69 Gianluca Pascucci

(Director of player personnel Brooklyn Nets)

Con il rientro in Europa di Maurizio Gherardini, ora è lui il dirigente italiano illustre di riferimento nella Nba: una lunga esperienza agli Houston Rockets di cui è stato prima scout internazionale per poi essere chiamato oltreoceano per ricoprire la carica di “director of player personnel”, in pratica il numero 2 operativo del club con il settore dello scouting sotto la sua diretta responsabilità.

Poi quest’anno il passaggio, con la qualifica di Director of global scouting, ai Brooklyn Nets, la seconda franchigia di New York, di proprietà del magnate russo Prokhorov a conferma di come Pascucci è ormai entrato nel giro che conta.
Pesarese, cresciuto nella Victoria Libertas dove ha ricoperto prima nel settore giovanile poi nello staff tecnico della prima squadra, prima di passare all’ Olimpia Milano, dove è succeduto ad un altro pesarese, Lucio Zanca. Poi il passaggio a Milano dove ha tentato inutilmente per anni di opporsi allo strapotere di Siena, anche perché combattuto ad armi impari come hanno dimostrato i fatti relativi alla Mens Sana scoperti dalla Guardia di Finanza con l’operazione Time out. Infine la svolta della carriera con il trasferimento a Houston dove le sue strade si sarebbero potute incrociare con quelle di Alessandro Gentile scelto proprio dai Rockets nel 2014.