TOP100 BN 2019: n.1 Gianni Petrucci

Gianni Petrucci

N.1 Gianni Petrucci

Da  abile politico sta posizionandosi verso il nuovo Governo Lega-5 Stelle dal quale dipenderà in futuro la gestione e la distribuzione delle risorse alle Federazioni. Al contempo si sta smarcando dal Coni e dall’amico-nemico Malagò, come dimostra il recente botta e risposta con cui Petrucci ha invitato Malagò a lasciare fuori le polemiche con il Governo, rivendicando la sua capacità in tempi precedenti a gestire meglio, dalla poltrona di presidente del Coni, il rapporto con i Governi che si sono succeduti.  Ha puntato tutto sul Mondiale di Cina, affidando a Master Group la gestione del marketing e degli eventi azzurri, riuscendo a spegnere le polemiche derivate dalla mancata presenza di Danilo Gallinari alle finestre d’autunno dopo le tante promesse di amore per l’azzurro. Sta gestendo bene un coach come Meo Sacchetti, uno con pochi peli sulla lingua, che ha di fatto confermato anche senza avere il Mondiale in tasca. Con il Mondiale in testa ha negoziato con successo con il presidente di Milano Livio Proli, esponente di spicco della Euroleague, una tregua armata in merito alle finestre europee, ottenendo comunque sempre la disponibilità di giocatori dalla Olimpia per gli impegni azzurri nelle Qualificazioni Mondiali. Costante il buon feeling con la Lega di Egidio Bianchi dopo avere respinto la richiesta dei club di una maggiore libertà nel tesseramento degli stranieri. Bravo anche a disinnescare l’ultima polemica in ordine di tempo, protagonista il ct della femminile Marco Crespi e Raffaella Masciadri, finita sulle prime pagine del Corriere della Sera. Diminuito il feeling con Bogdan Tanjevic, a cui aveva affidato le chiavi del settore tecnico con l’obiettivo di ridurre il numero degli stranieri nella Serie A. Dopo essere stato rieletto presidente Fip come candidato unico alle elezioni per un nuovo quadriennio con oltre il 82% dei voti, punta ad un nuovo mandato per il quale non si intravvedono rivali. La sua Nazionale insieme alla Nba resta l’ultimo baluardo del basket nella casa di Sky