TOP100 BN 2019: n.17 Ettore Messina

Ettore Messina

17. Ettore Messina (Assistente San Antonio Spurs) 

Ha lasciato l’incarico di ct azzurro all’indomani dell’ eliminazione ai quarti per mano della Serbia agli ultimi Europei per continuare la sua esperienza con gli Spurs. Doveva essere l’uomo della “Provvidenza”, capace di riportare il basket italiano alle Olimpiadi e a risalire nel ranking europeo: invece ha fallito entrambi gli appuntamenti, prima il PreOlimpico poi gli Europei (mettendo spalle al muro Danilo Gallinari). E anche il suo sogno di diventare head coach nella Nba appare sempre una chimera, anche se è stato comunque il primo allenatore non americano a sedere su una panchina Nba, per poche gare a sostituire il maestro Popovich. Aveva accettato con una semplice stretta di mano un accordo part time sulla panchina azzurra su ferma volontà di Petrucci, dopo averlo avuto già nel 1993. Un ritorno accolto da un enorme clamore: la notizia del suo ingaggio aveva infatti fatto guadagnare nuovamente al basket i titoli di tutti i giornali anche non sportivi, segnalando la grande mediaticità e popolarità di un personaggio da tutti riconosciuto come un grande, uno dei pochi capisaldi del nostro movimento. Nato a Catania, cresciuto a Mestre, dopo le esperienze a Bologna, Treviso, Mosca e nella Nba (prima con i Lakers e ora con gli Spurs), uomo in grado di illuminare la scena anche fuori dal parquet grazie ad una grande cultura e a tanta filosofia sportiva.