TOP100 BN 2019: n.18 Ario Costa

Ario Costa

n.18 Ario Costa (Presidente Victoria Libertas Pesaro) 

A lungo l’uomo più accreditato per diventare Direttore Generale della Lega Basket Serie A la scorsa primavera: una nomina caldeggiata dal numero uno del’Olimpia Livio Proli ma che l’Assemblea dei club ha respinto. Una occasione persa per il movimento perché Costa resta uno dei migliori dirigenti del nostro basket e uomo che avrebbe fatto certo bene nel ruolo. E’ ripartito comunque con immutato entusiasmo alla guida della sua Victoria Libertas (mettendo faccia e coraggio in un’estate travagliata) che pare quest’anno veleggiare verso acque più tranquille. Proiettato sempre più in una dimensione nazionale dopo avere vinto il braccio di ferro in Lega per il ruolo di consigliere federale in rappresentanza dei club, sprintando sul rivale Stefano Sardara dopo una battaglia che ha evidenziato una netta frattura all’interno della Lega. Lo ha fatto coagulando attorno a sè consensi, forte dell’appoggio di Milano e smorzando l’avversione di Reggio e Trento che lo avevano accusato di un atteggiamento troppo soft nella tutela dei diritti dei club di fronte al diktat della Fip nella battaglia per la libera partecipazione alle competizioni europee per club. Una grande carriera, prima di giocatore e adesso di dirigente sportivo.