TOP100 BN 2019: n.3 Luigi Brugnaro

Luigi Brugnaro

n.3 Luigi Brugnaro (Sindaco di Venezia) 

Pronto al secondo mandato come Sindaco di Venezia, aspetta solo la costruzione di un nuovo palasport per lanciare una ulteriore e nuova sfida e cioè la partecipazione alla Eurolega insieme a Milano. Uno abituato a vincere, in ogni attività: prima da imprenditore, poi da uomo politico, infine da uomo di sport con la sua Umana capace di conquistare uno scudetto, frutto di una semina lunga dieci anni, poi della Fiba Europe Cup. Basterebbe seguire il suo esempio: investimenti, programmazione e passione. Schierato al fianco della Fip e di Petrucci ha portato la sua Umana a diventare il fiore all’occhiello della Basketball Champions League anche se il varo del nuovo palasport di Venezia potrebbe spingerlo verso l’Eurolega. Nonostante gli impegni da sindaco di Venezia, sempre in prima fila al Taliercio e a volte anche in trasferta, a seguire dal vivo la propria creatura. Ormai uno dei personaggi di spicco del mondo politico-istituzionale italiano, grazie all’appeal e al fascino che solo la città di Venezia è in grado di garantire; uno che tratta alla pari con i big del governo e delle istituzioni con un carisma innato e il piglio dell’imprenditore di successo che si è  fatto da solo, caratteristiche che fanno presa sulla gente. Uomo di grandi visioni, senza paura di nuove sfide anche se alla apparenza impossibili come appunto quella di diventare primo cittadino di Venezia. Conquistata la fascia tricolore di Ca’ Farsetti, Brugnaro ha ceduto le sue proprietà in gestione ad un “blind trust” e lasciato il testimone di presidente della Reyer al fidato Federico Casarin.