TOP100 BN 2019: n. 38 Nicolò Melli

Melli Nicolò

n.38 Nicolò Melli (giocatore del Fenerbahce Istanbul) 

Sperava di contribuire al bis del Fenerbahce sul trono europeo ma è stato beffato nella finale con il Real Madrid dove ha prodotto comunque una prova da Mvp. Aveva detto no alle sirene della Nba e deciso di accettare le offerte dei campioni di Eurolega del Fenerbahce per crescere ancora, sotto la sapiente guida di Obradovic, in coppia con un altro azzurro, Gigi Datome. Adesso il possibile ridimensionamento del budget del club turco potrebbe accelerare la sua partenza per gli Stati Uniti. La scelta di restare in Europa due anni fa e di crescere gradualmente prima del grande salto oltreoceano confermano la maturità di questo talento che, con la sua aria da bravo ragazzo, sta diventando uno degli idoli del nostro basket. Dopo due anni ha così lasciato la Germania e il Bamberg dove si è  consacrato un giocatore di grande livello europeo. Dal ruolo di giocatore tattico che aveva rivestito nei suoi anni di Milano (in cui pochi hanno creduto in lui), si è trasformato in un grande protagonista, capace di coprire ogni parte del campo confermando anche le sue grandi doti di difensore. È stato tra gli azzurri più positivi anche nell’ultimo Europeo, anche se non ai livelli del PreOlimpico dove le sue prodezze non erano bastate per agguantare le Olimpiadi di Rio. Suo padre è un ex-cestista della Pallacanestro Reggio Emilia, che ha militato sia in B che in C mentre la madre è una ex-pallavolista capace di vincere una medaglia d’argento con la nazionale USA alle Olimpiadi di Los Angeles ’84. Sono loro che gli hanno trasmesso la passione per lo sport che lo ha portato ad iniziare a giocare nelle giovanili della Pallacanestro Reggiana dal 2005 e con cui rimasto sino al 2010 quando passato alla Olimpia Milano. Dopo avere conquistato un argento agli Europei 2011 under 20, si è ritagliato un ruolo sempre più importante nella selezione azzurra maggiore.