TOP100 BN 2019: n.7 Federico Casarin

Casarin Federico

7. Federico Casarin (presidente Reyer Venezia) 

Ha consolidato la permanenza ormai stabile di Venezia tra le grandi, anche se è uscito in semifinale con Trento che ha così consumato una vendetta dopo avere ceduto l’anno prima nella finale che ha consegnato alla Reyer uno storico scudetto. Un tricolore che porta soprattutto la sua firma, premiato prima con la conquista del Premio “Reverberi-Oscar del Basket” poi con quella di dirigente dell’anno nelle votazioni dei club di Lega e dei giornalisti, giusto riconoscimento al ruolo di architetto della grande ascesa che ha portato la Reyer Venezia ad essere uno dei club di riferimento della Serie A. In più l’anno scorso ha festeggiato anche la vittoria nella Fiba Europe Cup, un altro importante successo nel suo curriculum che lo vede sempre più come il volto della società veneziana, dopo che l’elezione del patron Luigi Brugnaro a Sindaco di Venezia lo ha portato in maniera quasi naturale a ricoprire la carica di presidente della Reyer. Tutto nel segno di una continuità che è certo uno dei segreti dei successi della società lagunare, riferimento non solo nel basket maschile ma anche in quello femminile, grazie anche di un settore giovanile su cui la società investe tantissimo in termini di risorse e uomini. Casarin ha gestito bene questo importante momento del club, entrato di diritto tra le grandi del basket, e nella battaglia per le competizioni europee ha assunto una posizione di grande equilibrio ma comunque a fianco della Fip e del suo presidente Petrucci. Lo ha fatto garantendosi ancora la sua partecipazione alla Basketball Champions League anche in questa stagione e confermandosi uno dei fiori all’occhiello della nuova competizione. Già giocatore di buon livello in Serie A, ha un figlio Davide pronto a ripeterne i passi e forse anche a fare meglio come ha dimostrati nella prima edizione della Next Genetarion Cup dove è stato il top scorer della tappa di Venezia.