TOP100 BN 2019: n.93 Maria Licia Ferrarini

n.93 Maria Licia Ferrarini (Presidente Pallacanestro Reggiana)


Ancora alla guida della Pallacanestro Reggiana in quella che sta diventando una stagione davvero difficile per i colori biancorossi. Caparbia e tenace, un anno fa, con una lunga serie di sms e colloqui privati durante l’estate, era riuscita a convincere Amedeo Della Valle a restare a Reggio per un’ultima stagione prima di spiccare il volo verso Milano e l’Eurolega.Una tempra d’acciaio e pochi peli sulla lingua come aveva dimostrato nella calda estate del 2016 quando aveva attaccato pesantemente la posizione della Olimpia Milano in occasione della battaglia sulle coppe europee, accusandola di non avere appoggiato le istanze di Reggio, Trento e Sassari, costrette a rinunciare alla partecipazione all’Eurocup a seguito della rigida posizione assunta dalla Fip. Fu la prima, forte presa di posizione della sua gestione da presidente dove aveva preso il posto di Ivan Paterlini. Laurea in Giurisprudenza, sposata e madre di tre figli, la “first lady” del basket reggiano è Consigliere di Amministrazione del gruppo agro-alimentare Ferrarini Vismara, azienda di famiglia che rappresenta nella Pallacanestro Reggiana come dirigente dal 1995, prima con il ruolo di Consigliere e poi con la carica di Vice Presidente. La Ferrarini è il primo Presidente donna nella storia della Pallacanestro Reggiana ed è diventata così l’ottavo Presidente del Club biancorosso dopo Enrico Prandi, Corrado Valentini, Enrico Banfi, Elio Monducci, Chiarino Cimurri, Stefano Landi e appunto Ivan Paterlini, il quale era in carica dall’ottobre 2010. Per la Pallacanestro Reggiana la conferma l’impegno e la volontà di consolidare il nuovo corso che in questi ultimi anni ha regalato tante soddisfazioni ai tifosi biancorossi..