TOP100 BN: n.97 Enzo Morelli

97. Enzo Morelli (Consulente Lega Basket per i diritti televisivi)

Insieme al Presidente di Lega Bianchi e all’advisor per i diritti audiovisivi Demet, è stato una delle figure chiave per l’importante rinnovo dell’accordo televisivo su base triennale che ha portato alla conferma dell’accordo da parte della Rai ma soprattutto alla epocale svolta con l’ingresso di Eurosport che trasmette sulla sua piattaforma Eurosport Player tutte le gare, prodotte in HD. Decisive nell’approntamento dei contenuti dei pacchetti aggiudicati a Rai ed Eurosport la sua sua esperienza e grande conoscenza della materia che erano già servite alla Lega durante la gestione di Fernando Marino per vincere il braccio di ferro con la Fip, quando aveva reclamato la titolarità dei diritti televisivi in capo alla stessa Federazione. Dietro quella volontà della Federazione, vi era l’intento di Petrucci di portare anche il basket in Serie A su Sky seguendo l’operazione già avviata con la LNP e la serie A femminile. Una strada comunque seguita autonomamente dalla Lega guidata da Nando Marino in una operazione che aveva visto insieme Rai e Sky e che è stata il fiore all’occhiello della gestione del presidente brindisino.
Partner, insieme al fratello Mario (tra i massimi esperti in materia televisiva), dello studio legale Morelli, specializzato in diritti della proprietà intellettuale, diritti della comunicazione e diritto sportivo, in quella occasione Morelli aveva immediatamente provveduto a chiarire alla Fip come la titolarità dei diritti televisivi fosse in capo alla Lega Basket, vincendo la battaglia che aveva portato per qualche mese il gelo tra Fip e Lega. Un avversario impossibile da battere per la Fip, tenuto conto che proprio Morelli ha partecipato alla redazione del famoso decreto legislativo del 9 gennaio 2008, meglio conosciuto come “Legge Melandri” che ha reintrodotto in Italia la vendita centralizzata dei diritti audiovisivi nel calcio professionistico e nel basket.