TOP100 BN: n.91 Marco Crespi

Marco Crespi
  1. MARCO CRESPI (Ct Nazionale femminile)

Approccio complesso con la nuova avventura quale allenatore della Nazionale femminile, fardello pesante dopo l’uscita di Andrea Capobianco. Capobianco infatti, oltre ad avere lavorato molto bene dal punto di vista tecnico, era entrato nel cuore delle giocatrici e del movimento. In più il ruolo di ct non  appare compatibile con quello rivestito dallo stesso Crespi di opinionista (che aveva inaugurato da due stagioni) per l’emittente Sky, interessata anche alla Nazionale femminile. Per ora ha fatto più parlare per il suo post su Fb diventato virale, con cui a novembre ha commentato il caso della quindicenne di colore che a Torino era stata insultata su un autobus (la ragazza gioca a basket in una squadra del torinese), “Non stiamo zitti, non basta scuotere la testa. Non basta dire “vergogna” contro un gesto violento e criminale”. Crespi aveva poi postato l’hastag “siamotuttigiulia” dal nome di fantasia che i media avevano attribuito alla quindicenne. Ora si attendono i risultati alla guida della selezione azzurra, esperienza inaugurata con una vittoria in occasione di Macedonia-Italia nell’’EuroBasket Women 2019 Qualifiers. La sua carriera è iniziata nel settore giovanile dell’Olimpia Milano (nel 1983), conquistando lo Scudetto Allievi (nel 1985). Nei primi anni Novanta è assistente di Mike D’Antoni (1 Coppa Korac) e poi per due stagioni di Boscia Tanjevic, vincendo scudetto e Coppa Italia (nel 1995-96). Dell’Olimpia Milano diventa l’head coach (dal 1998 al 2000), poi passa a Biella conquistando la promozione in Serie A (nel 2000-01). Dopo un’esperienza a Siviglia, allena la Scavolini Pesaro: sulla panchina della Vuelle torna nel dicembre 2004 conquistando i quarti di finale di Eurolega. Dal 2006 al 2012 è a Casale Monferrato, dove ottiene la promozione nella massima serie (nel 2011). Nel 2013 è assistente di Luca Banchi alla Mens Sana Siena, l’anno successivo è il capo allenatore della stessa Siena e raggiunge la finale playoff (clamorosamente con la società già nel mirino dei giudici), poi persa con Milano. Dopo Siena ha una breve esperienza al Saski Baskonia, nella stagione 2015-16 allena la Scaligera Verona. Dal 2004 al 2006 ha ricoperto il ruolo di Direttore dello Scouting Internazionale per i Phoenix Suns. In Nazionale è stato l’assistente di Boscia Tanjevic dal 1997, partecipando ai Mondiali di Atene nel 1998 e alle Olimpiadi di Sydney nel 2000 e vincendo gli Europei di Parigi nel 1999.