Trieste-Treviso: tutti i numeri della supersfida di semifinale

Eugenio Dalmasson

Fonte: megabasket.it a cura di Marco Torbianelli

Dopo un campionato dominato nel gioco e nei numeri, Alma e De’ Longhi saranno nuovamente faccia a faccia, ma questa volta il premio per la vincitrice sarà decisamente più ghiotto: la finale promozione. Trieste si presenta forte del fattore campo e del primo posto nella regular season, avendo eliminato nei turni precedenti Treviglio per 3-0 e Montegranaro per 3-1. I trevigiani, invece, hanno chiuso al terzo posto il girone est ed hanno espresso il miglior basket della seconda metà della stagione, compresi i playoff nei quali hanno superato agevolmente sia gli ottavi di finale (3-1 contro Trapani), che i quarti (3-0 contro Ferrara).

Prime due gare all’Alma Arena domenica 27 maggio e martedì 29 maggio, poi ci si trasferirà al Palaverde per giocare gara 3 venerdì 1 giugno e l’eventuale gara 4 domenica 3 giugno, per poi eventualmente darsi nuovamente appuntamento nel palazzetto triestino di Via Flavia per la decisiva gara 5 mercoledì 6 giugno. Si preannuncia il tutto esaurito per tutta la serie.

Venti vittorie e dieci sconfitte per Treviso nella stagione regolare, con un inizio in sordina che ha visto Fantinelli e compagni chiudere il girone di andata all’undicesimo posto con 7 vinte e 8 perse, ma con un girone di ritorno superlativo in cui hanno perso solo a Verona e Ravenna, conquistando quindi 13 vittorie in 15 incontri. Complessivamente i ragazzi di Stefano Pillastrini hanno realizzato 2.454 punti (81,8 di media) subendone 2.187 (72,9), valori che valgono la piazza d’onore tanto per l’attacco, quanto per la difesa, a conferma della miglior valutazione media del girone est (95,5). Al tiro i trevigiani hanno chiuso al quarto posto nelle realizzazioni da due punti con il 52% (637/1.224), condividono con Verona la miglior percentuale realizzativa da oltre l’arco con il 38% (258/674) e sono risultati quartultimi con Bologna a gioco fermo con il 73% (406/558). Treviso ha catturato 297 (9,9 di media) rimbalzi in attacco (settima) e 784 (26,1) in difesa (nona), risultando ottava con i 1.081 (36 di media) rimbalzi complessivi. Undicesima per stoppate (56 totali e 1,9 di media) e squadra che ha perso meno palloni nel girone orientale (10,9 a gara per 36 complessive), la De’ Longhi è stata seconda per recuperi (230 totali, mediamente 7,7) e con 548 assist complessivi e 18,3 a gara è stata la migliore del torneo.

I due turni dei playoff hanno visto crescere al 56% le realizzazioni da due punti, al 42% quelle da tre punti ed al 74% quella dalla linea della carità. Peggiorata invece la situazione a rimbalzo (8,6 in attacco, 22,1 in difesa e 30,7 complessivi) e nelle stoppate (1,1). Risultano migliori i dati delle palle perse (scese a 7,4), quelli dei recuperi (8) e degli assist (19,6), assieme alla valutazione media salita a ben 104.

Con 22 vittorie di cui 14 in casa, la media realizzativa in regular season di 82,6 punti dei ragazzi di Eugenio Dalmasson è stata la migliore del girone est, a fronte di 2.479 punti complessivamente segnati. I 74,3 punti mediamente subiti (2.230 quelli totali) corrispondono invece alla terza miglior difesa in compagnia della Fortitudo Bologna, mentre la valutazione media di 92,1 è risultata seconda alla sola Treviso (95,5). Al tiro l’Alma ha chiuso il torneo al secondo posto nelle realizzazioni da due punti con il 54% (635/1184), al terzo posto dai 6 e 75 con il 37% (265/719), al primo posto dalla linea della carità con l’83% (414/498). Sono stati 770 i rimbalzi catturati nel proprio pitturato (25,7 di media), mentre sono stati 292 quelli nell’area avversaria (9,7 ad ogni gara), valori che pongono Trieste rispettivamente all’ottavo posto al pari di Roseto ed all’undicesimo posto al pari di Imola; complessivamente i 1.062 rimbalzi per una media di 35,4 hanno valso il nono posto. Quarti per stoppate date (75 totali e 2,5 di media) e quartultimi per quelle subite (50 totali per 1,7 di media), i biancorossi hanno perso complessivamente 392 palloni (13,1 di media) recuperandone 227 (7,6 di media), risultando con questi valori rispettivamente al quinto ed al terzo posto. L’ultima voce statistica riguarda gli assist: 485 totali e 16,2 ad allacciata di scarpe, che rappresentano il terzo valore assoluto.

Le tre gare degli ottavi contro Treviglio e le quattro contro Montegranaro hanno mantenuto sostanzialmente invariate le realizzazioni dal campo (55% da due punti e 36% da tre punti), mentre dalla lunetta si è segnato con il 91%. Diminuite a 10,4 le palle perse, a 1,9 le stoppate e a 7,3 i recuperi e a 15,1 gli assist, sono invece aumentati i rimbalzi (11,1 in attacco, 25,9 in difesa, 37 totali) e la valutazione media, che è stata di 96,9.

Parlare di Treviso vuol dire citare immancabilmente l’americano John Brown III: secondo nei rimbalzi offensivi (3,2), quarto per palle recuperate (1,6), quinto per valutazione media (20), 7° per tiri totali (54,1%), 9° per punti realizzati (17,8), 11° per rimbalzi totali (7,2), 13° per stoppate date (1,5) e nelle realizzazioni da due punti (54,7%).  Altra presenza molto efficace è quella di Michele Antonutti: leader del girone dai 6 e 75 (50%), secondo dalla linea della carità (89,5%), quarto per tir totali (54,8%), 6° per valutazione media (18,6), 9° nelle realizzazioni da due punti (57,6%),18° per punti (15,4), 20° per rimbalzi totali (6). Troviamo poi Matteo Fantinelli leader negli assist (7), 7° nei recuperi (1,5), 12° per valutazione media (17), 13° per stoppate (0,5) e 20° nei rimbalzi difensivi (4,6). Presenti inoltre Gherardo Sabatini 15° nelle palle recuperate (1,3) e Matteo Imbrò all’8° posto nei tiri da oltre l’arco (42,9%). Nelle 30 gare di campionato Brown (533) e Antonutti (391) hanno realizzato insieme il 37,3% dei punti complessivi di Treviso, mentre nelle 7 gare della post-season sono stati Brown e Swann, entrambi con 91 punti, a fatturare il 28,8% dei 632 punti di squadra.

Le classifiche individuali della regular season che vedono Trieste protagonista, nelle prime venti posizioni trovano spesso affiancato il nome di Javonte Damar Green: secondo per valutazione media (21,6) e per recuperi (2,4), 8° nei tiri da due punti (59,4%), 6° dalla lunetta (83,8%), 8° nei tiri totali (52,5%), 10° per produzione offensiva (17,7), 13° per rimbalzi difensivi (4,9), 15° per rimbalzi totali (6,8) ed infine 18° per stoppate (0,5). Laurence Bowers è quarto nei tiri da due punti (60,4%) e per stoppate (1,2), quinto nei tiri totali (54,6%), 16° per rimbalzi offensivi (2) e per valutazione media (16,1) ed infine 17° nei tiri da tre punti (39,7%). Juan Manuel Fernandez è 16° nei recuperi (1,2) e negli assist (3,4). Matteo Da Ros è quarto per media assist (4,8), 10° per rimbalzi difensivi (5,3) e 18° per rimbalzi totali (6,4). Infine nelle realizzazioni dai 6 metri e 75 ci sono Lorenzo Baldasso terzo (44,9%) e Daniele Cavaliero 21° (31,4%).

Nella regular season Green e Bowers hanno messo a referto rispettivamente 496 (16 più dell’anno scorso) e 323 punti, per totali 819 che valgono il 33% del totale. La coppia biancorossa più prolifica si conferma anche nei playoff, con i 126 punti del primo e i 106 del secondo, pari a 232 dei 596 punti complessivamente segnati dall’Alma (38,9%).

Di seguito il doppio confronto tra i migliori interpreti di tiri, rimbalzi e assist nelle due compagini nella regular season (RS) e nei playoff (PO), tenendo conto che nella post-season entrambe hanno giocato 7 gare:

% 2 PUNTI

TREVISO – RS: Antonutti 58, Brown 55, Musso 54 / PO: Lombardi 60, Antonutti 59, Brown e Swann 57

TRIESTE – RS: Bowers 60, Green 59, Janelidze 58 / PO: Cittadini 74, Green 67, Da Ros 58

% 3 PUNTI

TREVISO – RS: Antonutti 50, Swwann 46, Imbrò 43 / PO: Antonutti 48, Musso e Swann 44

TRIESTE – RS: Baldasso 45, Bowers 40, Cavaliero 38 / PO: Bowers 60, Prandin 45, Mussini 43

% TIRI LIBERI

TREVISO – RS: Imbrò 90, Antonutti 89, Musso 86 / PO: Musso e Negri 100, Lombardi 86

TRIESTE – RS: Loschi 94, Cavaliero 92, Cittadini 87 / PO: Mussini, Janelidze e Loschi 100

RIMBALZI

TREVISO – RS: Brown 215, Antonutti 155, Fantinelli 118 / PO: Lombardi 41, Brown 29, Imbrò 24

TRIESTE – RS: Green 190, Bowers 147, Da Ros 141 / PO: Green 56, Da Ros 33, Bowers 29

ASSIST

TREVISO – RS: Fantinelli 154, Musso 77, Imbrò e Sabatini 75 / PO: Imbrò 29, Swann 25, Sabatini 22

TRIESTE – RS: Da Ros 106, Fernandez 81, Cavaliero 73 / PO: Da Ros 29, Mussini 18, Cavaliero 16

 

Le due gare di regular season hanno visto le due squadre mantenere il fattore campo: all’Alma Arena Trieste ha vinto per 91 a 83 alla settima giornata (il 12 novembre 2017), al PalaVerde è stata Treviso a conquistare la vittoria per 83 a 63 alla ventiduesima (il 18 febbraio). Nella SuperCoppa giocata invece ad inizio stagione (il 23 settembre 2017 all’Alma Arena) fu Trieste ad imporsi per 88 a 78.