Udine comanda, poi è “Marques Green-time”!

Marques Green

Fonte: sportface.it a cura di Ludovico Corvatta

La Termoforgia Jesi batte l’Apu G.S.A Udine con il punteggio di 78-74 nel posticipo della ventitreesima giornata del campionato di basket serie A2 2017/2018. All’Ubi Banca Sport Centre di Jesi, gli ospiti subiscono un brutto stop in vista della corsa al terzo posto. Infuocato il finale, in cui sale in cattedra il play americano dell’Aurora Marcus Green.

LA CRONACA – Avvio di partita contraddistinto da molte palle parse sia da un lato che dall’altro del campo. Ad emergere dal grigiore tecnico generale, è Veideman con due triple in fila che portano Udine avanti di tre (11-14). Jesi risponde con l’estro di Hasbrouck sia in fase di penetrazione che di assistenza ai compagni (5 punti e 2 assist nel primo quarto).

L’Aurora conferma un buon feeling con il tiro pesante da dietro l’arco (6/14 da tre punti nel primi 20′), ma la G.S.A domina a rimbalzo offensivo (9 nel solo primo tempo) guadagnandosi numerosi extra-possessi: Dykes furoreggia con la sua possanza atletica, ma Marini con 10 punti personali tiene la Termoforgia a contatto all’intervallo lungo (35-38).

LA RIPRESA – Al rientro dagli spogliatoi sei punti in fila di Fontecchio riporta avanti l’Aurora Basket (45-44), ma il solito cecchino Veideman (4/4 da tre punti) riporta gli ospiti avanti di cinque (50-55). Qualche decisione arbitrale discussa fa scatenare la rabbia dei tifosi di casa, ma Jesi rimane a contatto prima dei dieci minuti finali, grazie alla prima tripla del match di uno spento Green (58-62).

Nel quarto periodo un’inchiodata imperiale di Pellegrino prova a silenziare le speranze di rimonta di Jesi. Piccoli con grinta e voglia agonistica lotta su ogni pallone e prova ad allungare l’equilibrio del match. A firmare il contro-sorpasso è Green che si erge a protagonista del finale di match dopo aver sonnecchiato per gran parte della partita. A mettere in ghiaccio il successo dei padroni di casa è proprio un suo 2/2 dalla lunetta: la Termoforgia può sorridere.

JESI: Marini 18, Rinaldi 16, Piccoli 12
UDINE: Dykes 23, Veideman 16, Raspino 11