Vanoli Cremona, per Ricci estate in maglia azzurra

Fonte: La Provincia di Fabrizio Barbieri

 

E’ stata un’estate più azzurra che mai per Giampaolo Ricci, lungo della Vanoli. Prima la Nazionale tre contro tre, poi quella Sperimentale da capitano.

“Ho fatto meno vacanze e meno viaggi del solito, ma è stato bellissimo. Piuttosto di giocare con la maglia azzurra sarei andato anche con la Under 18…”

Partiamo dalla fine: “Quattro vittorie su quattro con la Nazionale Sperimentale. Sono orgoglioso di essere stato il capitano di questo gruppo. Abbiamo sempre lavorato duro, non ci siamo mai fermati nonostante il grande caldo. Questa maglia ti dà un’energia pazzesca.”

Lei era tra i più ‘anziani’: “In effetti sì, sentivo più responsabilità per questo, ma quando sei in gruppo conta poco l’età. Si è creato un bel legame con tutti i ragazzi.”

Con lei il compagno Ruzzier e naturalmente Coach Sacchetti: “E’ stato utile anche in questo senso. Abbiamo avuto modo di stringere ancora di più il nostro rapporto. Meo trova sempre il modo giusto per farti lavorare con il sorriso. Quando fai allenamento con oltre trenta gradi in palestra serve anche divertirsi per poter sentire meno la fatica. A fine raduno c’era un po’ di tristezza visto che sarà difficile ritrovarsi in futuro con la maglia dell’Italia. Con Ruz ci siamo dati appuntamento tra dieci giorni a Cremona…”

Una parentesi anche con gli azzurri tre contro tre: “In quel caso non è andata benissimo, ma è stata comunque una bella esperienza.”

Arriverà in gran forma al raduno Vanoli: “Credo di sì. Ho sempre lavorato durante l’estate sia per conto mio che con la maglia dell’Italia. Sono motivato e ho voglia di ritrovare i compagni. Per me questa deve essere una stagione importante. L’Olimpiade del 2020 a Tokyo potrebbe essere un obiettivo reale, ma devo essere sempre più continuo con la maglia della Vanoli.”

Come valuta la nuova squadra?: “Ho parlato a lungo con Coach Sacchetti dei nuovi giocatori e credo sia stato fatto un ottimo lavoro. Sono super ottimista di quanto costruito. Devo fare i complimenti alla società che nonostante la partenza del G.M. Conti ha saputo riorganizzarsi e lavorare bene sul mercato. I nuovi mi sembrano ottimi prospetti, soprattutto perfetti per il nostro tipo di gioco. All’appello manca un cinque vero americano per essere al completo. Poi ci sarà il nucleo dello scorso anno. Ripartire con tanti giocatori confermati è senza dubbio un vantaggio rispetto allo scorso anno. In più ho visto Travis Diener giocare negli Usa e mi sembra carico a mille e lui sa essere un grande trascinatore. Chi è restato dovrà guadagnarsi più minuti e diventare più protagonista dello scorso anno. Tutti si devono sentire coinvolti nel nuovo progetto Vanoli.”

Adesso andrà in vacanza?: “Resto a Chieti con la mia famiglia, niente di particolare. Un po’ di relax coccolato dai parenti fino al giorno del raduno a Cremona. Davvero non vedo l’ora.”