Vidmar: “Vincere a Brescia senza fare calcoli”

Vidmar Gasper Foto Ciamillo-Castoria

Fonte: Corriere del Veneto di Serena Spinazzi Lucchesi

 

“A Brescia sarà una partita difficile. Ma ci teniamo a chiudere bene il girone d’andata”.

Gasper Vidmar inquadra così la sfida che l’Umana Reyer affronterà domani sera (ore 20) al Palaleonessa. Questi rimanenti 40 minuti dell’andata serviranno a definire la griglia delle Final Eight di Coppa Italia: vincendo gli orogranata potranno chiudere al secondo posto dietro Milano.

Perdendo, invece, si aprirebbe un ventaglio di possibilità che potrebbe variare dal secondo fino al quarto posto. Con il rischio di trovare Milano nell’eventuale semifinale.

“Se vuoi vincere qualcosa non devi fare calcoli. Devi solo pensare a vincere” – è il pensiero di Vidmar – “Sono contento di aver dato il mio contributo; la sosta è stata utile per me, ma ora sono felice che si torni a giocare ogni tre giorni e sarà importante che la squadra riprenda il ritmo”.

Il mese di dicembre non è stato particolarmente positivo per gli orogranata, ma ora con i successi in campionato con Cremona e in Champions con Opava il peggio sembra essere alle spalle.

“Credo che per ogni squadra un calo sia fisiologico. Noi abbiamo avuto un periodo no, è vero. Ma abbiamo lavorato sempre con intensità e con coscienza per cercare di migliorarci”.

Chi invece sta attraversando un lungo stato di crisi è Brescia, attualmente undicesima in classifica con 10 punti e reduce da tre sconfitte consecutive. Ma al Palaleonessa non sarà comunque facile passare.

“Sappiamo che sarà una partita difficile; dovremo essere bravi su ogni pallone”.

La squadra dovrebbe presentarsi all’appuntamento al completo, anche se gli acciacchi non mancano. Se Biligha ha recuperato da un problema al gomito, ieri è rimasto fermo Stone, per un fastidio al ginocchio. Ma staff tecnico e staff medico confidano di averlo regolarmente in campo domani.

Quella di Brescia sarà la prima di tre trasferte consecutive in una settimana, perché martedì gli orogranata saranno a Tenerife per il torno di Coppa, mentre domenica prossima il campionato riserva l’uscita a Torino, prima sfida del girone di ritorno.

“Il bello della stagione” – chiude Vidmar – “arriva adesso. Non possiamo certo dirci arrivati ora, dovremo mettere tutte le nostre energie in ogni partita. Abbiamo però una panchina lunga, costruita apposta per affrontare il doppio impegno.”