Vitucci: “Brindisi al top, Cantù si può battere”

Fonte: Quotidiano di Brindisi di Antonio Rodi

 

È l’ultima partita del girone d’andata per l’Happy Casa che ha sicuramente bagnato nel migliore dei modi l’inizio del nuovo anno.

Le vittorie ottenute contro Varese (in casa) e Reggio Emilia (in trasferta) hanno dato una scossa, rilanciando i biancazzurri nella corsa alla salvezza.

Dopo una prima parte di stagione a dir poco incerta e stentata, adesso la squadra guidata in panchina da Francesco Vitucci sembra aver trovato la giusta quadratura, nonostante alcune lacune che ancora restano.

“Adesso abbiamo sicuramente bisogno di ottimizzare l’efficacia di quello che facciamo” – dice Coach Francesco Vitucci – “raggiungendo risultati immediati senza poter fare esperimenti, la domenica bisogna andare su binari “sicuri”. Ognuno dei giocatori deve mettere il proprio mattonano. Nell’ultima partita di Reggio Emilia panchina ha giocato poco perché la squadra deve avere un’identità più precisa e dopo possiamo mettere tutto attorno. Ben venga il contributo di tutti i giocatori, son convinto che da Giuri, Donzelli e Cardillo qualcosa in più la avremo.”

Al giro di boa Brindisi ci arriva quindi con un po’ più di energia rispetto al recente passato. Certo, l’avversario che capita non fa dormire sogni tranquilli. Anzi.

Le potenzialità di Cantù sono ben note, soprattutto offensivamente è una squadra che fa paura (domenica, nella sfida con Capo d’Orlando, ha stabilito il suo nuovo record assoluto per quanto riguarda gli assist: 29), lo spessore tecnico e l’imprevedibilità dei singoli anche.

“Cantù è una squadra di grande talento, dal potenziale offensivo importante. Noi dobbiamo per prima cosa con umiltà pensare a difendere e scegliere bene le letture durante il corso del match. Ci aspetta una partita dove il livello di attenzione deve essere ai massimi livelli. Per noi è una vera prova di maturità cestistica, molto difficile e dura. Sono sicuro che arriveremo preparati dal punto di vista mentale e tecnico, ma dovremo produrre uno sforzo importante, consci che l’obiettivo delta vittoria sarebbe per noi importantissimo.”